officina_urbana


27 diciembre 2009, 21:21
Filed under: Senza Categoria
Quando abbiamo scelto come tema di riflessione e di progetto quello della vasta area occupata dalla Esposizione Universale del 1992, non avevamo ancora chiaro quale sarebbe stata la portata e il materiale di progetto del nostro intervento. Ciò che sì ci sembrava chiaro è che questa vasta area, dalla superficie superiore ai 200 ha, seppure urbanizzata, non potesse essere riconosciuta come parte della città, come spazio urbano.
Un terreno di grande interesse, data la vasta superficie disponibile in prossimità della città storica consolidata, la presenza del fiume e del complesso monastico della Cartuja, velocemente consumato dall’evento expo, per il quale il progetto Cartuja ’93 si è dimostrato incapace di compiere le aspettative degli organizzatori,  perdendo progressivamente valore in seguito alla crisi economica e al deperimento delle sue strutture.
Ci siamo interrogate su quali fossero gli strumenti che l’architetto possiede per “fare città”, e gli abbiamo individuati innanzitutto nella costruzione della casa, che permette di riconoscere un luogo come proprio dagli uomini.
1. DENSITA’ (modello di città compatta)
  •  Incubatrice di DIVERSITA’ H (indicatori di coesione sociale, casa flessibile, casa diversa)
  • RISORSE  – energetiche –  suolo – umane (capitale umano, capitale intellettuale, conoscenze)
  • MINIMA PERTURBAZIONE DEGLI ECOSISTEMI

2. SUPERMANZANA (modello)

  • modello di CASA:

FLESSIBILE adattabile e modificabile a qualsiasi uso posteriore, incluso differente da quello della residenza.

DIVERSA capace di accogliere qualsiasi unità di convivenza, di varie dimensioni e combinazioni) con grande possibilità di scelta.

VERDE che solo consuma il terreno “giusto”, necessario, in cui la natura è parte integrante dell’edificio. Include il riciclo dei rifiuti e l’uso di energie pulite.

UFFICIO commercializzata per mc anziché per mq, con una considerevole altezza e spazi modulari, che facilità l’accesso rapido alle reti di informazione (networks) e permette il lavoro da casa, in casa.

HOTEL servizi commerciali di ozio, funziona 24 h su 24.

SENZA AUTO si trova in un contesto denso con tutti i servizi e a contatto con la rete di trasporto pubblico.

PLAZA con zone comuni che facilitano l’incontro e la relazione tra i residenti in spazi aperti dentro l’edificio. Permette che le persone più vulnerabili non vivano sole.

Anuncios

Dejar un comentario so far
Deja un comentario



Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

Conectando a %s



A %d blogueros les gusta esto: